android, google, internet, ios, news, smartphone, windows

Il Pesce d’Aprile 2014 di Microsoft, Google, Samsung, HTC,…

Share:   Il Pesce d’Aprile di Microsoft: ritorna il Nokia 3310 Molti l’hanno avuto e qualcuno forse lo ha ancora, ma di certo tutti conoscono il leggendario ed indistruttibile (fonte: […]
 

Il Pesce d’Aprile di Microsoft: ritorna il Nokia 3310

Molti l’hanno avuto e qualcuno forse lo ha ancora, ma di certo tutti conoscono il leggendario ed indistruttibile (fonte: lo dice Internet) Nokia 3310. Ebbene, oggi Microsoft annuncia il ritorno del telefono portatile rilasciato nell’ormai lontano 2000 e presenta la nuova versione smartphone: design simile all’originale, ma colori stile Lumia, sistema operativo Windows Phone 8, schermo da 3″ touchscreen, 2GB di RAM, 32GB di memoria di massa (espansibile tramite MicroSD), e fotocamera PureView da 41 megapixel con ottica Zeiss e flash Xenon. Dispone, ovviamente, anche della connettività 3G, mentre i modelli con LTE arriveranno in futuro.

Pesce d'Aprile 2014 Nokia 3310 PureView Windows 8

Il modello revival ricalca fedelmente l’originale anche nelle dimensioni e nel peso, pari a ben 133 grammi (forse il peso si sarebbe potuto anche ridurre senza offendere nessuno…).
Per i nostalgici, nascosti dietro le mattonelle dell’interfaccia Modern ci sono anche Snake e le suonerie monofoniche del 2000. Il Pesce d’Aprile della Microsoft è il più originale, ma, se fosse vero, probabilmente non avrebbe molto successo con uno schermo di quella forma…
A questo indirizzo trovate lo scherzoso annuncio ufficiale.

Per Google anche gli scherzi sono cosa seria

Emojify the Web

Google sa come divertirsi (e farci divertire) il 1° Aprile e quest’anno, oltre alla “Pokémon Challenge” (il Pesce d’Aprile più divertente e coinvolgente di sempre), si propone di tradurre tutto ciò che scriviamo in icone emoji (emoticon avanzate) tramite una nuova funzione del suo Google Translate: “Translate to emoji“. Attualmente, la nuova funzionalità (integrata in Chrome per Android e iOs) è disponibile solo per l’Inglese, ma punta a rivoluzionere il modo di comunicare ogni lingua, traducendo i nostri messaggi, gli indirizzi internet, i referti medici, i documenti legali e persino i sottotitoli in un linguaggio comprensibile a tutti, quello degli emoji. Anche i programmatori potranno scrivere codice in emoji.
Emojify the Web” è un’idea carina, attuale e, osservando quanto emoticon ed emoji siano usati nelle chat, forse un giorno potrebbe anche diventare in parte realtà. In fondo, un’immagine può dire più di mille parole…

Magic Hand

Ok, gli emoji renderanno i messaggi più facili da leggere, ma i messaggi vanno anche scritti. Ecco che arriva in nostro soccorso la mano magica di Google, che sostituisce il nostro dito nella scrittura su schermi touch: la “Magic Hand” può essere controllata tramite joystick o tastiera collegata tramite USB e permetterà sostituire il nostro dito in tante occasioni! Se non foste abbastanza convinti dell’utilità di questo dito meccanico, sappiate che esistono tante manine da sostituire a quella predefinita (disponibili anche una versione per mancini e una zampa di gatto, tanto è un Pesce d’Aprile). La cosa più carina, però, rimane la versione mobile, ancora in sviluppo.

Google e le mode fotografiche

Ancora due scherzi da Google: Gmail Shelfie e Google+ Auto Awesome Photobombs.
Gmail Shelfie (SHareable sELFIE) è ispirato ai selfie, gli autoscatti che vanno tanto di moda ora (per es. quello di Ellen DeGeneres agli Oscar 2014): si potrà usare la propria selfie per creare un tema GMail personalizzato da condividere con amici e parenti.
Auto Awesome Photobombs, invece, prende spunto dalle celebrità che si intrufolano nelle foto altrui e permette di inserire la star David Hasselhoff nelle vostre foto per renderle un po’ più #Hoffsome (come quelle che potete vedere a questo indirizzo).

I guanti tecnologici dei colossi telefonici

Samsung e HTC hanno avuto idee simili per i loro rispettivi scherzi del 1° Aprile 2014: guanti intelligenti.
Prima gli smartphone, poi gli smartwatch e ora… gli smartgloves!
HTC GluuvBETA include funzioni social (il pollice alzato per il “mi piace” su Facebook), ha caratteristiche hardware da copogiro, come una fotocamera da ben 87.2 megapixel, e si integra con lo smartphone HTC One, al quale questo scherzo fa pubblicità.

Pesce d'Aprile 2014 HTC Gluuv

Non da meno il dispositivo indossabile della rivale: Samsung Fingers sembra molto più pratico e comodo da indossare e integra interessanti funzioni, dalle gesture alla ricarica a energia solare, quasi tutte mostrate con una serie di divertenti vignette. La più interessante? “Talk to the Hand”
(“Parla alla mano”), che, qualora foste impegnati in una conversazione e qualcun altro voglia parlarvi, offre la possibilità di far parlare il nuovo arrivato con la vostra mano, mentre voi continuate indisturbati la vostra conversazione precedente. Fingers si assicurerà di salvare quanto detto dall’interlocutore alla vostra mano e di riproporvelo quando desiderate.

Un Pesce d’Aprile simile quello proposto dalle due aziende e che, probabilmente, un giorno sarà realtà.

Pesce d'Aprile 2014 Samsung Fingers

iFixit e l’offerta che non si può rifiutare di Apple… dai, non scherziamo!

Eccoci al Pesce d’Aprile più ironico di quest’anno: dopo anni di critiche al marchio della mela morsicata, iFixit è acquisita da Apple, con tanto di annuncio ufficiale che potete leggere a questo indirizzo. Lo scherzo, ironico e ben realizzato, suona come l’ennesima critica contro il colosso di Cupertino, colpevole di aver reso i propri prodotti impossibili da riparare. Nell’annuncio c’è anche un link allo Smartphone Replaceability Index, una tabella comparativa che assegna un punteggio da 0 (impossibile da riparare) a 10 (facilissimo da riparare) agli smartphone. Ebbene, dopo l’acquisizione, ci sono solo iPhone, dal 4 al 5S e tutti hanno preso 10, ma provate a leggere i motivi e capirete la sottile ironia. Un esempio? iPhone 4: 10/10, “compatible with all e-waste recyclers”.

Pesce d'Aprile 2014 iFixit Apple

L’ironia non finisce qui: come da titolo, ecco l’offerta che iFixit non poteva rifiutare (estratta dall’annuncio):

“Everyone has a number”, admitted Kyle Wiens, iFixit’s CEO. “I didn’t think there was a reasonable number that would make me say, ‘You know I was going to change the world with repair documentation but here’s a number.’” In the end, Apple gave us a number that we couldn’t refuse

Samsung Fli-Fy: piccioni viaggiatori 2.0

Da oggi, il Wi-Fi a cui siamo abituati è tecnologia superata: è partito il progetto Fli-Fy di Samsung, che utilizzerà piccioni dotati di appositi micro-router per consentire agli utenti di collegarsi ad Internet con connessioni ad altissima velocità. Se un tempo i piccioni trasportavano i messaggi, ora trasporteranno i router che trasmetteranno i messaggi.

Se il progetto pilota in Piccadilly Circus avrà successo, Samsung estenderà la rete a tutto il Regno Unito e rilascerà anche delle app gratuite, ovviamente disponibili sul suo store, per verificare la potenza del segnale nella zona in cui ci si trova.

Un’idea davvero astuta quella alla base del secondo Pesce d’Aprile di Samsung, tanto che lo stesso team di sviluppo alla fine dell’annuncio di presentazione (disponibile a questo indirizzo) si è chiesto come mai nessuno ci avesse mai pensato prima: “Once we had it figured out, we were like, why hasn’t anyone else thought of this?”.

Il #SonyPowerFood: energia elettrica dal cibo

Ricaricare dispositivi elettrici infilando il cavo USB nel cibo: fantascienza? Sì, ma Sony ha inventato anche un misterioso “enzima voltaico” che trasferisce l’energia degli alimenti che mangiamo ai dispositivi che usiamo. Si scarica la fotocamera durante una festa? La colleghi alla torta ed è fatta!
Negli ultimi anni si è visto di tutto, dallo spot pubblicitario in cui si facevano tre buchetti nella sabbia e si infilava la spina fino ai video in cui si ricava corrente da patate e cipolle, quindi niente di veramente originale in questo Pesce d’Aprile, ma le confezioni dei “Power Food” alla fine del video un po’ invogliano…

Dalle mappe cartacee a quelle digitali… e ritorno

Pesce d'Aprile 2014 Here Papyrus

I membri di HERE forse dovrebbero parlare con quelli di Sony (visto il Pesce d’Aprile del #SonyPowerFood), ma, intanto, si sono preoccupati di cosa potrebbe accadere quando i dispositivi elettronici che usiamo come navigatori dovessero essere scarichi e si attrezzati per fornirci un sostituto cartaceo: HERE Papyrus. La loro proposta è semplice: mappe cartacee in-dash, cioè montate direttamente sul cruscotto del veicolo che stiamo guidando. Ma non hanno dimenticato neanche i pedoni, a cui HERE Papyrus offre la funzionalità LiveSight manuale, trasformando la mappa cartacea in uno schermo a realtà virtuale aumentata.

Pesce d'Aprile 2014 Here Papyrus

I Pesci d’Aprile minori

Il sito del CERN passa al font Comic Sans per il suo 60° anniversario.

Pesce d'Aprile 2014 Cern to switch to Comic Sans

Virgin America proporrà l’ultimo prodotto di Nest sui suoi voli: con Total Temperature Control ogni passeggero potrà impostare personalmente la temperatura del proprio posto sull’aereo, indipendentemente da quella di chi gli siede accanto.
Il Kodak Picture Kiosk Drone permetterà di telefonare o mandare un messaggio ad un drone per farsi scattare foto ovunque ci si trovi (presto anche sott’acqua). Disponibile anche il “Cloud Service”: appena vedete un drone Kodak, salite sul tetto e sbracciatevi per attirare la sua attenzione e farvi scattare una foto. Simpatico il riferimento a Star Wars in chiusura: “Be sure to only use the Kodak Picture Kiosk Drone, another Drone may not be the Drone you are looking for”.
Pesce d'Aprile 2014 Kodak Picture Kiosk Drone
Il noto marchio di fotocamere indossabili GoPro si è dato agli energy drink e propone GoPro #STOKED “Your happy place, now available as an energy drink”, una bevanda ad alto contenuto di caffeina e dal gusto particolare. Ecco il video di presentazione, ovviamente girato con la loro ultima videocamera ad alta definizione.

Swiftkey Flow Hard: Swiftkey ha pensato anche alle tastiere fisiche e ha portato la tecnologia Flow anche sulle tastiere dei computer.

Au.KDDI insieme a Deagostini propongono l’abbonamento alla rivista “Make a Smart Phone”: costruisci anche tu il tuo smartphone in tante comode uscite settimanali per la bellezza di 10 anni!
A soli 790 yen, la prima uscita fornisce il bottone “Home” da pulire accuratamente. Le seguenti uscite costano 1980 yen. Se non siete ancora convinti, leggete le caratteristiche nell’annuncio ufficiale disponibile a questo indirizzo e godetevi il divertente spot tv in stile giapponese!

Insieme al ritorno del Nokia 3310, ecco anche il SEGA MEGAne DRIVE, la versione indossabile del caro vecchio SEGA MEGA DRIVE. Comodo… Se conoscete il Giapponese, potete leggere l’annuncio ufficiale in questo tweet.

Pesce d'Aprile 2014 Sega Megane Drive

Roku Watch porta la TV in streaming su uno schermo di 1,5″ per 0,5″ allacciato al polso. E c’è anche il telecomando!

Pesce d'Aprile 2014 Roku Watch

CrunchCoin: nell’era del Bitcoin, anche TechCrunch inventa la sua valuta digitale.

POST CORRELATI

Comments Closed

I commenti sono chiusi. Non puoi commentare questo post.